Recensione”Un incantevole aprile” di Elizabeth Von Arnim: Una Fuga incantevole nella Magia dell’Italia

“Un incantevole aprile” e contiene il racconto “Il giardino delle rose”
Autrice: Elizabeth Von Arnim
Traduzione di: Luisa Balacco
Casa Editrice: Bollati Boringhieri
data di pubblicazione: 7 giugno 2018
pagine: 234

Un discreto annuncio pubblicitario – “Per gli amanti del glicine e del sole” – apparso sul «Times» è il preludio a un mese rivelatore per quattro donne dalla personalità assai diversa. A picco su una baia della Riviera, tra giardini di calle, violacciocche e acacie, si staglia il castello medievale di San Salvatore. Alla ricerca disperata di sollievo dalle preoccupazioni quotidiane, Mrs Wilkins, Mrs Arbuthnot, Mrs Fisher e Lady Caroline Dester si lasciano allettare da quel paradiso terrestre. Cullate dalla primavera mediterranea, dai monti ammantati di violette e fiori dal dolce profumo, queste donne abbandonano a poco a poco i formalismi di società e scoprono un’armonia da tutte anelata e tuttavia mai conosciuta. Nel “Giardino delle rose” (1897), il racconto del tutto inedito che arricchisce questa edizione di “Un incantevole aprile”, ritroviamo i tipici temi von arnimiani della libertà della donna, della sua insofferenza verso i vincoli parentali e matrimoniali, del desiderio di spazi e momenti «tutti per sé» difficilmente riconosciuti dalla più stretta cerchia familiare. Si racconta qui la storia di Annie, giovane sarta con la grande passione dei fiori, costantemente distratta dalle cure del suo giardino dalle due persone che le sono più vicine: la madre, sempre bisognosa di attenzioni, e il fidanzato William, che su di lei ha precisi progetti: almeno sei figli.

“Per gli amanti del glicine e del sole. Piccolo castello medievale italiano sulle coste del Mediterraneo affittasi ammobiliato per il mese di aprile. Servitù inclusa.”

“Un incantevole aprile” di Elizabeth Von Arnim, edito da Bollati Boringhieri, è un romanzo che affonda le sue radici nella casuale decisione di quattro donne di abbandonare le loro vite grigie e tristi in Inghilterra per cercare la gioia e la trasformazione in un affascinante castello italiano.

La storia inizia con Mrs. Lotty Wilkins, una donna che ha risparmiato denaro per i “tempi bui” ma ha trascurato la sua stessa felicità. Un annuncio che suggerisce una fuga in Italia per una pausa primaverile la fa desiderare ardentemente un cambiamento. Quando convince la sua conoscenza, Mrs. Rose Arbuthnot, a unirsi a lei in questa avventura, il palcoscenico è pronto per una serie di eventi che cambieranno le loro vite.

“Stava forse immaginando anche lei come sarebbe stato? I colori, i profumi, la luce, il mare, niente più Shaftesbury Avenue…”

Le due donne, desiderose di ridurre le spese, pubblicano un annuncio per cercare altre compagne di viaggio. In risposta, si uniscono a loro la snob Lady Caroline e la misteriosa Mrs. Fisher. Questo eterogeneo gruppo di donne si riunisce in un affascinante castello italiano, e qui inizia la magia.

Il castello diventa il luogo della trasformazione per ciascuna di loro. Lotty, con il suo entusiasmo contagioso, vede la sua vita e il suo matrimonio con occhi nuovi. Rose, invece, deve affrontare il suo matrimonio infelice e spera che il suo amato Frederick la raggiunga. Nel frattempo, Lady Caroline, annoiata dalla sua ricchezza e dal costante adularla, cerca la pace e la quiete. Mrs. Fisher, la più anziana del gruppo, cerca solitudine e tranquillità ma scopre che la compagnia di queste donne ha molto da offrire.

“Lo splendore dell’ aprile italiano era ai suoi piedi. Il sole la inondava di luce e il mare giaceva addormentato, muovendosi debolmente. Al di là della baia, anche le incantevoli montagne, dai colori squisitamente variegati, erano addormentate nella luce; e sotto la sua finestra, in fondo al pendio erboso costellato di fiori dal quale si ergevano le mura del castello, un grande cipresso si stagliava come un’ enorme spada nera contro le tenui sfumature azzurre, violette e rosa delle montagne e del mare.”

Il castello e l’atmosfera italiana hanno un effetto trasformativo su ciascuna delle protagoniste. Il romanzo offre una rara occasione per esplorare la psicologia femminile, il desiderio di indipendenza e l’importanza della compagnia.

“Un incantevole aprile” è un romanzo d’atmosfera che cattura vividamente la vita degli inglesi nel primo Novecento, esplorando le differenze tra la borghesia e la nobiltà. Nonostante siano passati quasi cento anni dalla sua pubblicazione nel 1921, il fascino del libro rimane intramontabile.

” I dolci profumi che si sentivano ovunque a San Salvatore bastavano da soli a creare armonia. Arrivavano al salotto dai fiori dei merli e s’incontravano con quelli dei fiori presenti nella stanza; pareva quasi di vederli…”

L’autrice, Elizabeth Von Arnim, ha scritto questo romanzo in un periodo in cui cercava la sua stessa felicità e libertà. Questa conoscenza biografica aggiunge profondità ai personaggi e alla storia nel suo complesso.

“Un incantevole aprile” è un’opera che incanta e ispira i lettori, dimostrando come la bellezza dell’Italia e la compagnia di amiche affettuose possano trasformare anche le vite più tristi.
È una lettura che riscalda il cuore e offre un assaggio della magia dell’Italia attraverso gli occhi di donne in cerca di libertà e felicità.

Una storia che vi lascerà con il sorriso sulle labbra!

“La bellezza ti faceva amare, e l’amore ti rendeva bella…”

Per acquistare il libro:

 Le recensioni presenti in questo sito web esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione, invia o commenti o recensioni tramite il seguente modulo: https://www.librichepassione.it/contatti/
Author: Jenny Citino
Jenny Citino è la curatrice del blog letterario "Librichepassione.it" Amante della lettura sin da bambina, alterna questa sua passione con la musica classica, il giardinaggio e la pratica dello Yoga.