Tag: storie vere

“Avevo un fuoco dentro” in libreria

Tea Ranno si mette in gioco in prima persona e affronta la propria, la più dolorosa e difficile da raccontare. Lo fa perché questa storia – fatta di rabbia e impotenza, di diagnosi e cure sbagliate, della faticosa ricerca di un figlio, ma anche di amicizie e incontri salvifici – non è solo sua. Riguarda tantissime donne, ed è per dar voce a tutte loro, per aggiungere anzi la sua voce a quella di chi già sta lottando perché questa malattia non rimanga invisibile, e per ricordarci che le nostre passioni più profonde possono sempre aiutarci a uscire dall’abisso, che questo libro esiste.

Continua a leggere... “Avevo un fuoco dentro” in libreria

Recensione “In questa notte afgana”: Storie di Coraggio e Speranza in Afghanistan”

Pamela Ferlin trasforma in un romanzo-verità il dolore e la forza di queste donne, gettando luce su una realtà oscura e dimenticata. È un richiamo alla nostra coscienza, un invito a riflettere sulle ingiustizie che persistono nel mondo e un tributo a coloro che lottano per un futuro migliore.
Una storia che non potete permettervi di non leggere, un viaggio emozionante attraverso il coraggio e la speranza di donne coraggiose.

Continua a leggere... Recensione “In questa notte afgana”: Storie di Coraggio e Speranza in Afghanistan”

“La piccinina” di Silvia Montemurro

È un periodo di rivolte e scioperi, quello a cavallo tra fine Ottocento e inizio Novecento.
Alle dieci giornate di sciopero del 1902 a Milano prendono parte bambine e giovanissime adolescenti, modiste, apprendiste sarte, corriere. Tra queste, Nora, una delle tante bambine che lavorano nelle botteghe sartoriali, sfruttate e sottopagate, che nel dialetto milanese dell’epoca venivano chiamate piscinine.

Continua a leggere... “La piccinina” di Silvia Montemurro

“In questa notte Afgana” di Pamela Ferlin

È così che, attraverso brevi messaggi, fotografie rubate, articoli di giornale, tentativi di fuga alla frontiera si dipana questa vicenda, tratta da una storia vera.

Ed è dall’incontro e a volte anche lo scontro di culture che ci accorgiamo di quanto la nostra promessa di occidentali a quel paese, e alle sue donne in particolare non sia stata rispettata. Abbiamo detto loro di studiare, perché lo studio è affermazione, è costruzione dell’identità, è libertà perché chi studia non potrà più essere schiavo. E poi ce ne siamo andati, abbandonandole in un mondo in cui una donna non sposata, una donna istruita è considerata una fuorilegge. Ma forse c’è una luce in fondo a questa buia notte afgana.

Continua a leggere... “In questa notte Afgana” di Pamela Ferlin