Mese: Gennaio 2024

0 12

“Marguerite è stata qui” di Eugenio Murrali

Marguerite è stata qui è l’omaggio appassionato di un narratore esordiente a una scrittrice vertiginosa e amatissima, alla prima donna ammessa all’Académie française, che ha fatto rivivere con parole immortali l’Imperatore Adriano, l’alchimista Zenone dell’Opera al nero e Alexis, Sophie, Nathanaël.

Continua a leggere... “Marguerite è stata qui” di Eugenio Murrali
0 10

“La ribelle di Auschwitz” le frasi più commoventi

“Nel mondo c’è ancora bellezza, anche se noi abbiamo pensato che non ce ne fosse più. Siamo di nuovo vive, e i fiori ci dicono che nel nostro futuro ci sarà ancora vita. Sorgiamo come i fiori e spingiamo la testa dentro al mondo. respiro il dolce profumo d’erba e di lavanda.”

Continua a leggere... “La ribelle di Auschwitz” le frasi più commoventi
0 11

Recensione “La ribelle di Auschwitz”

“La ribelle di Auschwitz” non è solo una testimonianza storica, ma anche un tributo emozionante alle vite straordinarie di coloro che hanno lottato per la sopravvivenza durante quel periodo oscuro della storia umana. L’ autrice con una scrittura coinvolgente cattura l’essenza della Speranza e della Resilienza in situazioni estreme.

Continua a leggere... Recensione “La ribelle di Auschwitz”
0 8

“L’ olocausto” l’importanza di ” non dimenticare”

Leggere libri sull’olocausto secondo me è un impegno profondo verso la memoria, la comprensione e la costruzione di un mondo migliore. Ogni pagina è un passo verso una società che riconosce il suo passato, impara dalle sue ferite e lavora costantemente verso un futuro di uguaglianza e umanità.

Continua a leggere... “L’ olocausto” l’importanza di ” non dimenticare”
0 21

“La bambina sotto il tavolo” Una memoria dell’ Olocausto

La storia di Monika, ebrea polacca, bambina al tempo della Seconda guerra mondiale, sopravvissuta alla tragedia dell’Olocausto. Una comunità di donne coraggiose, madri, zie, figlie, si muove sullo sfondo di questo lungo racconto, e costituisce il coro al quale la piccola Monika fa riferimento. La privazione dell’infanzia, il bisogno di crescere in fretta e il costante richiamo al silenzio sono l’eredità devastante di questa esperienza, che trapassa di generazione in generazione

Continua a leggere... “La bambina sotto il tavolo” Una memoria dell’ Olocausto
0 7

“L’ archivio dei destini” di Gaëlle Nohant

Francese emigrata in Germania, Irène viene incaricata di restituire ai sopravvissuti della Shoah gli oggetti ritrovati nei campi.
Le storie di due donne si intrecciano per restituire al lettore un libro emozionante, insieme poetico e brutale, impossibile da abbandonare.

Continua a leggere... “L’ archivio dei destini” di Gaëlle Nohant
0 13

“Il flauto magico” di Paolo Menconi

“Il flauto magico raccontato da Paolo Menconi”, vincitore della I edizione del Premio Letterario Nazionale per bambini “Caramelle” (bandito a dicembre 2022 dalla casa editrice PandiLettere), è un testo con un intento nobile: quello di avvicinare i bambini all’affascinante mondo delle Opere Liriche attraverso un’intramontabile fiaba musicale. Età di lettura: da 10 anni.

Continua a leggere... “Il flauto magico” di Paolo Menconi
0 19

Recensione “La piccola libreria dei segreti”

“La Piccola Libreria dei Segreti” di Jenny Colgan, edito da Newton Compton, è una commovente storia che intreccia il destino di una libreria da salvare , la riconciliazione tra due sorelle e l’avventura di un nuovo inizio.

Continua a leggere... Recensione “La piccola libreria dei segreti”
0 22

“La storia” il romanzo di Elsa Morante

Se ancora non avete avuto il piacere di immergervi tra le pagine di “La Storia” di Elsa Morante, prendetevi il tempo per farlo. Ancora meglio, completate l’esperienza guardando la recente fiction televisiva, un capolavoro diviso in quattro coinvolgenti puntate trasmesso su Rai 1 ogni lunedì con la regia di Francesca Archibugi e Jasmine Trinca, una straordinaria interprete nel ruolo della maestra Ida Ramundo.

Continua a leggere... “La storia” il romanzo di Elsa Morante
0 16

Prossimamente “A casa” di Judith Hermann

Capolavoro della grande scrittrice tedesca Judith Hermann, A casa è il racconto di una rinascita che parte da un luogo remoto, una tabula rasa che consente alla protagonista di mettersi a fuoco e sperimentare la libertà da donna matura non relegata al ruolo di madre e moglie; un romanzo armonioso, in cui una prosa superba tiene insieme tutte le fila e trascina con sé il lettore riuscendo a cogliere la sostanza impalpabile di un’atmosfera, uno stato d’animo, un incontro.

Continua a leggere... Prossimamente “A casa” di Judith Hermann
0 15

Recensione “La malizia del vischio”

Questo libro, nonostante le dispute familiari, ha catturato la mia attenzione e apprezzamento. Finalmente, una storia che non dipinge l’immagine idealizzata della famiglia Mulino Bianco. Evviva la complessità e autenticità delle dinamiche familiari!

Continua a leggere... Recensione “La malizia del vischio”