Recensione del romanzo “Lo diciamo a Liddy?”

Recensione del romanzo “Lo diciamo a Liddy?”

“Lo diciamo a Liddy?”
Autrice: Anne Fine
titolo originale: Telling Liddy
traduzione di: Olivia Crosio
Casa editrice: Adelphi
data di pubblicazione: seconda edizione Marzo 2002
pagine: 185
prezzo: 8,07

Quattro sorelle legatissime, un matrimonio imminente e un segreto atroce, che qualcuno ha sussurrato. Una conversazione a più voci dove tutto è divertente e terribile in pari misura, e quanto più si accende il divertimento, tanto più affiora un orrore che tutti sapremo riconoscere.

“L’amore è un pappone insipido che sobbolle sul fuoco, sempre nutriente, sempre caldo. L’ odio, invece, è una torre incrollabile, una colonna di fuoco. La sua mera energia incandescente può alimentare giorni e giorni di stizza, notti e notti di rancore…”

“Lo diciamo a Liddy” è il primo romanzo  per adulti dell’autrice Anne Fine e ha come argomento principale: il legame tra quattro sorelle.
Può un segreto mandare in crisi un legame solido?

“Perché  queste cose, se diventano un segreto, si incancreniscono. E nascondere a una persona qualcosa della sua vita, qualcosa che potrebbe cambiare le sue decisioni, equivale a mentire.”

Stella viene a conoscenza di qualcosa di terribile che riguarda Liddy, la sorella più piccola e condivide questo segreto con Bride e Heather . Tra le tre sorelle la più preoccupata è Bride che decide di mettere a conoscenza la sorella minore Liddy.
Nonostante la disapprovazione di Heather e Stella, Bride decide di fare di testa sua ed essendo la paladina della verità decide di parlare con Liddy: ma questa scelta  si dimostrerà un passo falso ( o una decisione sbagliata)?

“Le sue sorelle sceglievano di dire la verità solo quando potevano riversare tutto lo stress su qualcun altro, e in quegli ultimi mesi le convinzioni erano state di volta in volta quelle che gli avevano fatto più comodo.”

La reazione di Liddy  manda in crisi il rapporto tra sorelle e a pagarne le conseguenze è proprio Bride: da quel  momento  lei verrà esclusa dalla vita della sua famiglia.

“… forse il mio errore è stato proprio quello di giudicarle come amiche. Forse i parenti bisogna prenderli    come sono.
…Insomma la famiglia non te la puoi mica scegliere, no?”

Nonostante la reazione di Liddy, Bride decide di indagare per capire se ciò che avevano riferito a Stella si trattasse di un pettegolezzo o di una verità infondata.
Bride scoprirà molti altri segreti che non riguardano solo Liddy ma anche lei,  sarà dura scoprire che per tanti anni, le sue amate sorelle le hanno tenuto nascosto un segreto che riguarda la sua famiglia. Bride si sente tradita e si prepara a servire la sua vendetta su un piatto d’argento e in un giorno ben preciso.
Quella di Bride sarà una verità  detta a metà   e con un solo gesto ma che solo le sue sorelle potranno carpire.

“… ora sapeva che per spegnere la sete di vendetta possiamo arrivare a qualunque cosa. Sapeva che per ottenere soddisfazione possiamo buttare al vento tutto – verità, coscienza, gentilezza d’ animo… tutto. Accecati dal livore, tessiamo le rivincite più machiavelliche.”

“Lo diciamo a Liddy” è un romanzo coinvolgente,  a tratti tragicomico e riflessivo.
Nel suo romanzo la Fine ci rende partecipe di una disputa  tra sorelle scaturita da un segreto che poi si dimostrerà  essere un pettegolezzo che rivelerà altri segreti.
Può un segreto o un pettegolezzo mandare in crisi un rapporto solido?
E’ giusto mettere al corrente la persona interessata  del segreto che la riguarda rischiando di mettere in crisi un equilibrio familiare che riguarda più persone?
E’ giusto pensare che il rapporto tra sorelle e fratelli rimanga puro come quando si è bambini?
Secondo me i rapporti cambiano, forse perché subentrano gelosie e invidie e ci si dimentica dell’innocenza e della complicità che si aveva da bambini.
I rapporti tra adulti si dimostrano sempre più complessi  specialmente  se riguardano la famiglia e per un mio parere personale è davvero un peccato, è una sconfitta.
Io ho due bambine e spero ardentemente che il loro rapporto possa  diventare sempre più forte e duraturo e che qualsiasi screzio  possano avere da grandi non perdano mai di vista il loro legame . Mi auguro che i loro ricordi di infanzia  cancelleranno come un colpo di  spugna tutti i dissapori.
Il compito di una madre è quello di tenere uniti i propri figli e questo è il mio compito e spero ardentemente di non fallire.
Può una persona per vendetta  perdersi e  allontanarsi dalla sua vera indole?

“I segreti ci sono solo quando la gente non vuol sapere la verità …”

Meglio una verità scomoda che fa male o una bugia che porta dietro di sé distruzione, fallimenti  e incomprensioni?

Lettura consigliata!

Per acquistare il romanzo cliccate sul link in basso

BLOG Recensioni