L’Emirato di Sharjah: un punto di riferimento per la cultura del mondo arabo, ma non solo. A Bologna dal 21 al 24 marzo.

L’Emirato di Sharjah: un punto di riferimento per la cultura del mondo arabo, ma non solo. A Bologna dal 21 al 24 marzo.

COMUNICATO STAMPA

L’Emirato di Sharjah: un punto di riferimento
per la cultura del mondo arabo, ma non solo.
A Bologna dal 21 al 24 marzo.

Presente alla Bologna Children’s Book Fair (BCBF) 2022 con un ricco programma di workshop e incontri con autori, editori e illustratori di narrativa per i ragazzi, Sharjah coglie questa occasione per promuovere tutto il suo universo culturale.

Bologna, 16 marzo 2022. Sharjah è uno dei sette emirati che formano gli Emirati Arabi Uniti.

Situata lungo la costa del GolfoArabico, a pochi km da Dubai, la città di Sharjah è il centro culturale degli Emirati Arabi Uniti.

Ospita nel suo territorio una ricca rete di siti patrimonio-culturale come musei, suk e gallerie d’arte, e una vivace atmosfera per tutto quello che riguarda le celebrazioni di arte e cultura. Il ruolo di punta dell’Emirato nella rinascita culturale della regione araba è stato riconosciuto più volte a livello internazionale: nel 1998, Sharjah è stata nominata dall’UNESCO Capitale Culturale del Mondo Arabo; nel 2014 è stata premiata come Capitale della Cultura Islamica. Più recentemente, nel 2019, Sharjah è stata nominata dall’UNESCO Capitale Mondiale del Libro.

L’attenzione al tema libri ed editoria ha portato all’organizzazione di importanti appuntamenti come la Fiera Internazionale del Libro di Sharjah (SIBF) che nel 2021, in occasione della quarantesima edizione, ha richiamato 546 editori e agenti letterari da 83 Paesi facendosi riconoscere come principale fiera del libro al mondo per l’anno 2021. Di grande rilevanza internazionale anche il Festival della Lettura per Bambini di Sharjah (SCRF), anche questo un appuntamento annuale, dedicato alla letteratura per l’infanzia. Si tratta di un’esperienza interattiva, formativa e di intrattenimento per coltivare l’immaginazione dei bambini e offrire loro l’opportunità di stringere amicizie durature attraverso i libri. A questi appuntamenti è abbinata una Conferenza degli Editori per un confronto internazionale sui temi legati all’industria culturale del libro, al tema dei diritti, alle traduzioni e alla commercializzazione dei titoli nei mercati internazionali.

Sharjah svolge un preciso ruolo di catalizzatore delle imprese editoriali offrendo diverse opportunità agli editori che decidono di aprire una sede nell’emirato, tra queste facilitazioni c’è l’azzeramento delle imposte tipico di una zona franca, oltre a tutta una serie di iniziative ed eventi specializzati tra cui la collaborazione con le principali fiere del libro in tutto il mondo.

Questa impostazione, focalizzata su libri e cultura a 360 gradi, è frutto della visione illuminata dell’Emiro Dr Sultano bin Muhammad Al Qasimi, membro del Consiglio Supremo Federale degli Emirati Arabi Uniti e Governatore di Sharjah, da sempre impegnato ad accrescere per Sharjah il ruolo di faro culturale della regione medio-orientale, integrando la sua prospettiva cosmopolita con la peculiarità delle tradizioni e del patrimonio culturale arabo.

A guidare la delegazione di autori, editori e illustratori provenienti da Sharjah sarà Sheikh Fahim Al Qasimi, Capo del Dipartimento delle Relazioni Governative, inviato dell’Emiro per valorizzare l’occasione della Bologna Children’s Book Fair promuovendo un’offerta culturale completa fatta non solo di libri ma anche di musica, teatro, arte, momenti di scambio e partecipazione ad eventi. Lo spirito che anima l’intensa attività culturale dell’Emirato è indirizzato a creare una connessione tra Sharjah e tutto il mondo arabo con il mercato globale.

Nello specifico, nel corso di Bologna Children’s Book Fair sono previsti una serie di appuntamenti ospitati negli stand di Sharjah, negli spazi tematici della fiera (come il Caffè degli Illustratori) e in altri luoghi culturali della città come la Biblioteca di Sala Borsa e il Teatro Testoni Ragazzi. Si tratta di eventi animati da autori e illustratori in lingua araba, a disposizione per incontrare i piccoli lettori, per firmare copie dei loro libri e per presentare il loro lavoro e la loro arte. L’obiettivo di questa operazione da parte della Sharjah Book Authority è quello di offrire una visione d’insieme attraverso il vivace programma proposto dall’emirato alla 59a edizione della fiera del libro, che mira a portare il meglio della letteratura e della cultura araba e degli Emirati in Italia e in Europa.

Il programma dettagliato degli eventi – interni alla fiera e negli altri luoghi della città – sarà disponibile nei prossimi giorni o sarà inviato ai colleghi della stampa interessati ad approfondire il tema della narrativa per l’infanzia proveniente dal mondo arabo.

Per chi volesse ulteriori dettagli, è possibile prendere contatto con l’ufficio stampa di Sharjah in Italia:

Ufficio stampa di Sharjah in Italia:

Pragmatika S.r.l

Enzo Chiarullo | enzo.chiarullo@pragmatika.it | +39 349 5690399

Silvia Voltan | silvia.voltan@pragmatika.it | +39 331 1860936

BLOG