Emily Dickinson “La poetessa dell’ anima”

immagine presa dal web

Emily Dickinson, celebre per la sua poesia rivoluzionaria e il suo stile distintivo, è una delle figure più enigmatiche della letteratura americana.

Emily Elizabeth Dickinson nacque il 10 dicembre 1830 a Amherst, Massachusetts, in una famiglia prominente. Il padre, Edward Dickinson, era un avvocato di successo e politico, mentre la madre, Emily Norcross Dickinson, era una donna di grande cultura. Emily era la seconda di tre figli.

La poetessa frequentò la Amherst Academy, ma il suo periodo di studi universitari fu breve, poiché ritornò a casa dopo meno di un anno. La sua educazione, però, fu molto completa grazie alla biblioteca di famiglia e alle connessioni intellettuali del padre. Dopo aver lasciato il college, Emily scelse una vita di relativo isolamento a Amherst, trascorrendo gran parte del suo tempo nella casa di famiglia.

foto presa dal web

Non sposata e senza figli, preferiva indossare vestiti bianchi e manteneva un giardino fiorito.
Iniziò a comporre poesie fin da giovane. La sua scrittura era intensa, spesso focalizzata su temi della vita, della morte e della natura. Tuttavia, pubblicò solo una decina di poesie in vita, e questo principalmente in forma anonima su riviste locali.
Emily era nota anche per la sua attività epistolare. Manteneva una vasta corrispondenza con amici e familiari. Le sue lettere erano vive e vibranti, spesso accompagnate da regali come fiori secchi o ciocche di capelli.
Negli ultimi anni della sua vita, la salute di Emily peggiorò. Morì il 15 maggio 1886, a soli 55 anni, a causa di una malattia nefritica. La sua morte fu un grande colpo per la sua famiglia e la comunità di Amherst.

Dopo la morte di Emily, sua sorella Lavinia scoprì una grande quantità di poesie inedita nella sua stanza. Questi scritti, ricchi di originalità e intensità emotiva, contribuirono a costruire la sua reputazione postuma come una delle più grandi poetesse della letteratura americana.
L’eredità di Emily Dickinson è immensa. Le sue poesie sono celebri per la loro intensità emotiva, la complessità strutturale e la capacità di affrontare i temi universali della vita e della morte.
È riconosciuta come una figura chiave della letteratura americana e una pioniera della poesia moderna.

foto presa dal web

  • La donna vestita di bianco: Emily Dickinson era spesso ritratta con un vestito bianco. Questo non era solo uno stile personale, ma potrebbe anche essere un simbolo della sua decisione di vivere in maniera più isolata dalla società.
  • Molti dei componimenti di Emily furono scoperti dopo la sua morte. Si stima che su oltre 1.800 poesie, solo una decina furono pubblicate durante la sua vita. Il resto fu trovato ordinato in pacchetti e cassetti.
  • aveva una passione particolare per i fiori. I fiori erano spesso il soggetto delle sue poesie, e lei stessa era una giardiniera appassionata. I fiori diventarono una sorta di simbolo per la sua connessione con la natura e l’estetica poetica.
  • La sua scrittura era spesso enigmatica e caratterizzata da lunghe descrizioni e metafore complesse. Il suo stile, con versi brevi e una punteggiatura peculiare, ha contribuito a rendere la sua poesia immediatamente riconoscibile.
  • scelse di vivere una vita molto isolata. Dopo aver abbandonato gli studi universitari, raramente lasciò la sua casa a Amherst, Massachusetts. Preferiva comunicare con gli amici tramite lettere, e molti dei suoi contatti avvenivano attraverso la corrispondenza epistolare.
  • proveniva da una famiglia di menti creative. Il padre era noto per essere un uomo molto colto, e il fratello, Austin, sposò Susan Gilbert, un’amica intima di Emily. Questa connessione la collegò profondamente a Susan, spesso considerata la musa ispiratrice di molte delle sue poesie.
  • rifiutò più volte di pubblicare le sue opere in modo convenzionale. Preferiva condividere le sue poesie con amici e familiari. Il motivo di questo rifiuto è ancora oggetto di dibattito tra gli studiosi.
  • Morte e leggenda: Emily Dickinson morì nel 1886. Dopo la sua morte, la sorella Lavinia trovò molti dei suoi scritti. La poetessa è ora considerata una delle figure più importanti della letteratura americana, ma la sua vita e il suo lavoro sono ancora circondati da un alone di mistero.

Emily Dickinson continua a ispirare lettori e poeti di tutto il mondo, la sua eredità è intrisa di mistero e bellezza, proprio come le sue poesie.

La casa di Emily
foto presa dal web

Una tra le sue poesie più belle: questa poesia cattura l’essenza della speranza in modo delicato e potente, caratteristica distintiva delle opere di Emily Dickinson.

La “Speranza” è quella cosa piumata –
che si viene a posare sull’anima –
Canta melodie senza parole –
e non smette – mai –

E la senti – dolcissima – nel vento –
E dura deve essere la tempesta –
capace di intimidire il piccolo uccello
che ha dato calore a tanti –

Io l’ho sentito nel paese più gelido –
e sui mari più alieni –
Eppure mai, nemmeno allo stremo,
ho chiesto una briciola – di me.

Emily Dickinson

 Le recensioni presenti in questo sito web esprimono le opinioni personali del recensore. Ti suggeriamo di leggere i libri che ti proponiamo, a prescindere dal giudizio da noi espresso. Qualora volessi esprimere la tua opinione, invia o commenti o recensioni tramite il seguente modulo: https://www.librichepassione.it/contatti/
Author: Jenny Citino
Jenny Citino è la curatrice del blog letterario "Librichepassione.it" Amante della lettura sin da bambina, alterna questa sua passione con la musica classica, il giardinaggio e la pratica dello Yoga.