Daniela Sacerdoti è la pronipote del celebre scritto­re Carlo Levi. È nata a Napoli ed è cresciuta in Piemonte, ma negli ultimi anni ha vissuto in Scozia. È laureata in Lettere classiche ed è stata insegnante di italiano, latino e greco. Scrive sia in italiano che in inglese. La Newton Compton ha pubblicato Ho bisogno di te, suo romanzo d’esordio, bestseller in Inghilterra, Se stiamo insieme ci sarà un perchéAmore zucchero e caffè, Tienimi accanto a te, che ha riscosso un notevole successo in Inghilterra, e I segreti della villa in collina.

Ciao Daniela, benvenuta a “Due chiacchiere con lo scrittore” parliamo un pò di te e del tuo ultimo romanzo “I segreti della villa in collina”

  • Chi è Daniela nella vita di tutti i giorni?

Una mamma di due adolescenti. Questa è la prima cosa!
Una donna che parla poco e scrive molto

  • Da dove nasce la tua passione per la scrittura?

Credo sia nata con me. Scrivo da sempre, ma solo a trentasette anni ho avuto il coraggio di mandare un manoscritto ad una casa editrice. Dieci anni e quattordici libri dopo, eccomi qua: il sogno di bambina è diventato realtà. È surreale, per me, il fatto che abbia sempre scritto in inglese e sia stata pubblicata per la prima volta in Scozia. Ci sono voluti anni prima che i miei libri fossero tradotti in Italiano, e alcuni sono ancora inediti. Un vero caso di “nessuno è profeta in patria”! Ho vissuto quindici anni in Scozia e sono tornata in Italia da cinque, ma continuo a scrivere in inglese.

  • Come è nata l’idea di scrivere “I segreti della villa in collina”?

La mia prima ispirazione sono state le storie dei miei nonni, e il mio paesino nel nord del Piemonte. La protagonista, che è americana, rappresenta il desiderio di introdurre queste storie ad un pubblico internazionale. L’idea è di intrecciare il presente e il passato, e servirsi del passato per spiegare il presente – come una costellazione familiare.

  • Cosa ci puoi raccontare di questo libro? Esperienze e aneddoti…

              In questo romanzo, come in quasi tutti i miei libri, ci dei segreti che solo un abitante di “Montevino”, cioè il mio paesino sotto nome inventato, può notare. Il monumento ai caduti, la targa ai partigiani uccisi, il castello…sono tutti accenti e luoghi veri, reinterpretati. Anche nei romanzi di ambientazione scozzese ho sempre raccontato storie legate al mio paese: è stato divertente per la mia famiglia e le persone che mi conoscono riconoscere aspetti della nostra terra mentre racconto delle Highlands scozzesi!

  • Da cosa è mossa la tua protagonista? E qual è il suo obiettivo?

L’obiettivo di Callie è scoprire la storia della sua famiglia, e risolvere delle “maledizioni generazionali” che le impediscono di vivere il presente appieno. Per lei, questo vuol dire un viaggio lontano da tutto ciò che conosce e un percorso di scoperta e catarsi. Nel rielaborare la storia della sua famiglia, capisce anche sé stessa e abbraccia la vita nel profondo.

  • Io leggo perché…

Perché come si vive senza libri? Che noia sarebbe! Tutti abbiamo bisogno di sognare, e anche di imparare. Non mi va di vivere una sola vita 😊

  • Io scrivo perché…

Non ne posso fare a meno. Anche quando sono fra un libro e l’altro, mi prudono le punte delle dita e le storie cominciano a reclamare la mia attenzione. Inoltre, mi preme molto dare voce alle storie dei miei nonni, che sono presenti in quasi ogni romanzo.

  • Quanto c’è di te nel tuo romanzo?

Molto, ma non tutto. E a volte nei personaggi più inaspettati.

  • Il personaggio a cui hai preferito dar voce?

Inary, la protagonista di “Se stiamo insieme ci sarà un perchè”. Sono innamorata di lei, e sono anche un po’ lei! Anche se ‘dare voce’ forse non è l’espressione giusta, perché il nodo centrale della storia di Inary è che dopo un lutto che la tocca nel profondo, non riesce più a parlare.

  • Una citazione del tuo romanzo…

“Eravamo davvero destinati l’uno all’altro, noi due? Oppure avremmo continuato a girarci intorno per anni, tra le sue ripetute offerte d’amore e le continue fughe mie, che avevo sempre altri piani?”

  • Prossimamente…

Prossimamente, spero che venga tradotto in Italiano il mio nuovo romanzo, “The Lost Village”. Per quanto riguarda le mie uscite in inglese, il prossimo romanzo uscirà dopo Natale e si chiamerà Oro del Mare. Sono entrambe storie in cui il presente si intreccia al passato, ambientate metà ai giorni nostri e metà negli anni Quaranta, durante la seconda guerra mondiale. Nel frattempo, spero, come tutti, che usciremo da questi lockdown che tanto stanno soffocando le nostre vite. E che torneremo a riabbracciarci tutti.

Cara  Daniela, grazie mille per aver accettato il mio invito. Al prossimo romanzo.
Jenny            
   

Grazie a te, Jenny! E vorrei dire alle mie lettrici che se desiderano due chiacchiere sono su Instagram come @danielasacerdoti.2 . Adoro ricevere messaggi.

Fantastico… è una cosa bellissima!

Un segreto del passato si nasconde tra le pagine ingiallite di un diario
Callie, una timida cameriera, è appena arrivata a Montevino, in Italia, dal Texas, in cerca di rispo­ste sulla sua identità. Ha scoperto da poco di essere stata adottata e di aver ereditato dalla madre che non sapeva di avere la splendida villa in collina che ha davanti, e che la lascia decisamente senza fiato. Con le chiavi ancora strette tra le mani si prepara a varcare i cancelli arrugginiti, dove la aspet­ta un primo incontro con Tom­maso, il custode del castello che sorge poco distante dalla villetta. Attraverso la sua vera madre, Cal­lie entra in possesso anche di un taccuino di pelle color tortora, il diario di una donna di nome Eli­sa. Pagina dopo pagina, Callie viene travolta dalla storia d’amo­re di Elisa, scoprendo come abbia sposato in segreto il suo fidanza­to d’infanzia prima di decidere di unirsi alla Resistenza. I due ave­vano giurato di ritrovarsi quando la guerra fosse finita, ma il destino decise diversamente. Callie è cer­ta che la sua vita e quella di Elisa siano in qualche modo collegate, e che la verità sulla sua famiglia d’origine sia nascosta tra le pagine ingiallite del diario. Questo le dà il coraggio per iniziare a fare do­mande agli abitanti del paese, fino a quando sente che il suo cuore comincia finalmente ad aprirsi.
N°1 negli Stati Uniti
Un’autrice bestseller da oltre 1 milione di copie
Tradotta in 12 Paesi

Jenny Citino

Di Jenny Citino

Jenny Citino è la curatrice del blog letterario "Librichepassione.it" Amante della lettura sin da bambina, alterna questa sua passione con la musica classica, il giardinaggio e la pratica dello Yoga.

error: Testi e foto ©librichepassione.it