Piccolo estratto del romanzo “Canto di una donna libera”

“Nelle settimane successive, i lividi in faccia passarono dal grigio scuro, al violetto, al giallo.
Non smisi di scrivere, solo che divenni molto più cauta. Compone o le mie poesie in segreto e le imparavo a memoria. Quindi le strappa o in strisce sottili che poi riducevo in coriandoli. Di notte, quando tutti dormivano, salivo sul tetto e tiravo nel vicolo manciate di poesie a brandelli. Ma quelle buone (o le poche che consideravo tali a quei tempi) le piegavo in piccoli quadrati che nascondevo sotto il materasso. “

” Una casa vuota
Una casa cupa
Una casa serrata all’assalto della giovinezza
Una casa buia e i sogni di sole
Una casa di solitudine dubbi carte e solitari
Una casa di tende mobili libri e ritratti.”

(da Venerdì) Forugh Farrokhzad

Share
Apprezzi il mio lavoro? Librichepassione.it è affiliata ad Amazon. Se acquisterete dai links presenti nel sito, riceverò' una piccola percentuale che mi aiuterà a pagare le spese per la gestione del sito. Il prezzo di acquisto per voi rimarrà lo stesso, senza aver alcun sovrapprezzo.  E’ anche possibile fare una donazione attraverso Paypal Grazie per la vostra preziosa collaborazione!  

Jenny Citino è la curatrice del blog letterario "Librichepassione.it" Amante della lettura sin da bambina, alterna questa sua passione con la musica classica, il giardinaggio e la pratica dello Yoga.

You may also like...

error: Testi e foto ©librichepassione.it