La pianista bambina, autore Greg Dawson

“La pianista bambina”, Greg Dawson, Piemme Edizioni.

“Mio padre mi diede la sua giacca e mi disse: Non m’importa come, ma vivi.
Quello che accadde dopo é come una magia…

Trama:

Per cinquant’anni della sua vita, il 25 dicembre Greg ha festeggiato con la famiglia il Natale e il compleanno di sua madre. E neppure un giorno, per mezzo secolo, ha sospettato quale enorme segreto potesse nascondersi dietro le candeline soffiate, i regali e gli addobbi. Un segreto che sua madre, a più di ottant’anni, decide di svelare. Ed è così, all’improvviso, che la storia, la Grande Storia, entra nella vita di Greg, con un consunto spartito di Chopin che la donna, musicista di talento, conserva religiosamente. Il racconto inizia molto tempo prima, in Ucraina, dove la piccola Zhanna, sostenuta dal padre, un pasticciere di Minsk, studia pianoforte rivelando da subito un talento non comune. Ma quando, nel 1941, i tedeschi invadono l’Ucraina e moltissimi ebrei, compresa la sua famiglia, vengono deportati verso i campi di sterminio, il suo sogno di bambina si trasforma in incubo. “Ci hanno messi in colonna, diretti a nord. Sapevamo che ci avrebbero uccisi, perché a nord non c’era niente. Mio padre allora mi diede la sua giacca e mi disse: ‘Non m’importa come, ma vivi'”. Da quel giorno, Zhanna non sarà più Zhanna. Si chiamerà Anna, invece. Avrà un nuovo atto di nascita, un nuovo compleanno, una nuova religione. Solo quello spartito di Chopin nascosto sotto i vestiti a proteggerla dalla follia e dall’orrore del mondo, unico brandello di infanzia che le è rimasto.

INCIPIT:

Quando ero alle elementari mia madre vinse il concorso di pianoforte Allied Arts a Chicago. Per far sì che il risultato fosse determinato solo dalle capacità musicali, indipendentemente dall’età, dal sesso o dalla teatralità dei pianisti quando si esibiva o sul palcoscenico, i concorrenti suonavano dietro un sipario. I membri della commissione rimasero meravigliati scoprendo che il concorrente dal suono potente che avevano scelto all’unanimità come vincitore era una donna <<che aveva grosso modo le dimensioni di una nota di passaggio>, come disse uno dei critici.
Dissimulazione è straordinaria potenza. Questi sono i temi ricorrenti nei giudizi sul modo di suonare di mia madre, come scoprii esaminando le recensioni della sua esibizione mentre facevo ricerche per questo libro.
< In un epoca nella quale le emozioni della maggior parte dei pianisti paiono manifestarsi soprattutto nella mimica facciale e nei contorcimenti del corpo, >> scrisse il critico musicale di un giornale del Kansas << la compostezza di Mrs. Dawson è stata una gradevole novità. Drammaticità ed emozioni erano presenti esclusivamente nella musica, dove dev’essere. >>

Se vi ha incuriosito la storia,potete acquistare il libro su amazon a soli 9,99 euro! 

Share

Jenny Citino è la curatrice del blog letterario "Librichepassione.it" Amante della lettura sin da bambina, alterna questa sua passione con la musica classica, il giardinaggio e la pratica dello Yoga.

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Testi e foto ©librichepassione.it